lunedì 23 ottobre 2017

Crema di broccoli e patate

Ufficialmente se guardo il calendario, afferma che siano in autunno già da un bel po'. Se però, il mio sguardo va fuori dalla finestra, qualcosa non mi torna, qui sembra estate! Non ci sono più le stagioni di una volta (dice sempre mia nonna) ed ha perfettamente ragione, dico io. Tutto è cambiato intorno a noi e anche il clima fa i capricci. Amo comunque, seguire la stagionalità a tavola, quindi caldo o non caldo in questo periodo entrano in scena i broccoli! Pochissime calorie (circa 34 per 100 g) ricchi di sali minerali e di fibre vegetali, come si fa a non portarli in tavola? Pronti per spadellare? Ecco a voi la ricetta, della crema di broccoli. Se il caldo ancora non ci lascia potete anche gustarla fredda, vi piacerà comunque, credetemi!

Buon pranzo 

Carmen







Ingredienti per 4 persone: 

-600 g di broccoli e foglie 
-1 patata 
-1 cipolla piccola 
-1 L di brodo vegetale 
-50 g di formaggio grattugiato (a vostra scelta)
-2 cucchiai di olio EVO 
-sale 
-pepe rosa
-pinoli 


Preparazione:

Pulite i broccoli e le relative foglie, lavateli e tagliateli grossolanamente. Pelate la patata, lavatela e tagliatela a pezzetti. Sbucciate la cipolla e tritatela finemente.

Mettete sul fuoco una casseruola e fate rosolare la cipolla con i due cucchiai di olio EVO per qualche minuto. Aggiungete i broccoli, la patata, un pizzico di sale e il brodo vegetale. 
Fate cuocere a fuoco medio per circa 20/30 minuti.

Scolate le verdure con un mestolo forato, poi frullate aggiungendo il formaggio grattugiato e un po' di brodo di cottura dei broccoli e della patata, fino a raggiungere la consistenza desiderata.
Versate la crema nei piatti, con un po' di pinoli e il pepe rosa.







lunedì 11 settembre 2017

Gelo d'uva

Benvenuto settembre! Che dite, lo accogliamo con un buon gelo d’uva?

L’arrivo di settembre, ha sempre segnato per me in ordine d’importanza:

la fine dell’estate, anche se al mare continuo ad andare;
l’inizio dell’anno scolastico;
l’inizio di una nuova stagione, lo so che ancora non siamo in autunno ma io inizio a proiettarmi in avanti.

Ma torniamo al nostro gelo d’uva, seguendo i ritmi delle stagioni il gelo adesso non può che essere d’uva! Nelle vigne i grappoli spiccano tra le foglie verdi e sono quasi pronti per la vendemmia, nei mercatini bio e nei fruttivendoli sono messi in bella mostra, grappoli d’uva di tutte le varietà, quindi non possiamo non approfittare di questa abbondanza.

Per questo gelo, io ho utilizzato grappoli d’uva da vino (totalmente bio) che mi sono stati donati da mio papà, voi potete anche utilizzare uva da tavola se preferite, il risultato sarà sempre delizioso al palato.

Negli ingredienti, noterete che il quantitativo di zucchero utilizzato non è molto, voi potrete aumentarlo leggermente se amate un gusto più dolce.

In basso per voi la ricetta e buon inizio settimana.

Carmen






Ingredienti per 12 stampini da budino:

-800 ml di mosto (2 kg di uva da vino)
-120 g di zucchero
-70 g di amido di mais   

Preparazione:

Per ottenere 800 ml di succo, vi occorreranno circa 2 kg di uva da vino che trasformerete in succo utilizzando il passaverdure.

Lavate i grappoli d’uva, staccate gli acini, metteteli in un colapasta e passateli velocemente sotto il rubinetto dell’acqua, asciugateli e metteteli nel passaverdura. Filtrate il succo ottenuto e versatelo in un pentolino, unite lo zucchero e l’amido. Mescolate bene con una frusta evitando così che si formino i grumi.

Mettete il pentolino sul fuoco (a fiamma bassa) fate addensare mescolando continuamente. Versate la crema preparata nei 12 stampini per budino e lasciate raffreddare.


Una volta raffreddati, riporre negli stampini con il gelo d’uva, in frigo per almeno 4 ore prima di sfornarli e poterli consumare. 

Al momento dei servirli potere decorarli con una granella di pistacchio.

domenica 20 agosto 2017

Gelato con more di rovo cocco e yogurt



E' tempo di gelati! Quale miglior medicina per combattere il caldo?! Purché siano fatti in casa, in questo modo sappiamo cosa c'è dentro. Per questo gelato con more di rovo cocco e yogurt,  non occorrono grandi attrezzature (bastano un frullatore e degli stampini per ghiaccioli) e neanche tantissimo tempo per la preparazione (20 minuti circa) e circa 4 ore per far si che il il gelato sia pronto per rinfrescare le vostre papille gustative.



Ingredienti per 6 ghiaccioli:

-300 g di more di rovo  
-2 vasetti di yogurt bianco  
-50 g di cocco disidratato  
-100 ml di latte di riso  
-100 g di zucchero semolato 


Preparazione:

Lavate le more di rovo, lasciandole per qualche minuto con acqua e bicarbonato.

Nel frattempo preparate il vostro frullatore e gli stampini per i gelati.

Asciugate le more e mettetele nel frullatore, versate anche gli altri ingredienti: lo yogurt il latte di riso, il cocco disidratato lo zucchero.

Azionate il frullatore ad intervalli (altrimenti si rischia che le lame si surriscaldino) per qualche minuto finché raggiungete la consistenza desiderata. 

Versate la crema ottenuta negli stampini dei ghiaccioli e lasciate congelare in freezer per circa 4 ore.

Buona domenica 

Carmen 














martedì 1 agosto 2017

Insalata mista con pollo e pesche tabacchiere





Adoro l'estate! E' sempre stato così fin da piccola. Un tempo per me estate=mare.

Ricordo che bambina, durante le vacanze la mamma ci portava al mare (quasi all'alba).
Si arrivava in spiaggia quando i pescatori, con le loro barche e con il bottino di una notte di pesca rientravano, mentre i gabbiani in gruppo, diventano i padroni della spiaggia deserta, che da li a breve avrebbe accolto: mamme, bambini, urla, risate, ombrelloni colorati, venditori di cocco o di bibite fresche, che percorrevano avanti e indietro la spiaggia cercando di vendere per guadagnare qualcosa.

Custodirò questi tra i ricordi più belli della mia infanzia.

Con gli anni le cose sono un po' cambiate. Adesso per me estate non è solo mare, ma anche montagna, campagna, camminate mattutine rigeneranti prima di correre al lavoro. Insomma è ricerca di momenti di tranquillità che possano dare un equilibrio alla frenetica quotidianità.

Tra gli obiettivi primari di adesso portare l'estate in tavola, con dei piatti colorati freschi che possano far bene alla nostra salute che ci possano aiutare ad affrontar meglio le alte temperature.

Se siete alla ricerca di un insalata mista che faccia subito estate siete nel post giusto ;-) 
La dolcezza delle pesche tabacchiere contrasta con il gusto leggermente piccante e pungente della rucola a questi si aggiungono altri ingredienti in grado di dare equilibrio al piatto.

Ma poi la ricetta è in stop motion con un bel ritmo che mette proprio di buon umore


Volete iscrivervi al canale you tube e non sapete come fare? Qui in basso il link :-)

https://www.youtube.com/channel/UCO35iYswIkwDdCkv0aWHwPQ?spfreload=10








INSALATA MISTA

Ingredienti:
- Rucola
- Pomodorini ciliegino
- Carote a julienne
- Radicchio
- Pesche tabacchiere
- Pollo cotto e freddato
- Cipolla rossa di Tropea
- Sale e Olio

Preparazione:

Lavate la rucola, il radicchio e i pomodorini, questi ultimi tagliateli a spicchi.
Lavate le carote e tagliatele a julienne lavate anche le pesche e tagliatele a spicchi.
Mettete il tutto su di un piatto e aggiungete il pollo cotto precedentemente sfilettato.
Completare con la cipolla rossa di Tropea mescolando con l'aggiunta di olio e sale.
A piacere potete aggiungere un po' di aceto balsamico.



Servite e Buon Appetito!






Con questa ricetta partecipo al contest "The Mystery Basket" ideato da La mia famiglia ai fornelli e ospitato per i mesi di Luglio e Agosto da Mi piace e non mi piace
















venerdì 14 luglio 2017

Un canale you tube all'improvviso e una carrot cake in stop motion



Il bello dei nuovi progetti è che a volte nascono all'improvviso, spontaneamente durante una semplice camminata mattutina. La mia amica dice che all'alba la mente è più aperta...qualcosa mi dice che ha ragione! Fatto sta che adesso son qui a raccontarvi di questa nuova avventura/progetto nel mondo dei video e delle video ricette, dove mi porterà non lo so ancora, ma so quello che mi dà adesso: tanta gratificazione, entusiasmo e voglia di migliorare sempre.

Eppure anche se non pubblico post, non condivido ricette con voi, il cibo è sempre il protagonista della mia vita quotidiana, lo è nelle letture, nelle riviste di cucina, nelle foto che ammiro e dalle quali prendo gli spunti per la preparazione di dolci per parenti e amici. Il cibo per me è convivialità e allegria.

La mia compagna d'avventura per i video in stop motion e per le camminate mattutine insieme alla sua cagnolina Kira è Claudia Salamone, un'appassionata di fotografia e di montaggio video che studia all'Accademia delle Belle Arti di Catania.

Vi mostro la prima delle due ricette che troverete su you tube, la mia personale versione della carrot cake.

Ecco qui il link alla ricetta https://www.youtube.com/watch?v=ucKVupHPCiA







CARROT CAKE

Ingredienti per la torta:

-4 uova

-300 g di zucchero di canna
-succo di un arancia
-4 carote 
-200 g di farina integrale
-200 g di farina 00
-80 g di mandorle
-100 ml di olio di girasole
-un pizzico di sale
-15 g di lievito

Ingredienti per la glassa:

-80 g di burro a temperatura ambiente

-120 g di formaggio fresco a temperature ambiente 

Per decorare:

semi di zucca, carote grattugiate e mandorle tritate.


Procedimento:

Prima di iniziare la nostra ricetta scaldate il forno a 180° (statico).
In una ciotola mescolate uova e zucchero e lavorate. Aggiungete il succo d'arancia, l'olio e le quattro carote pelate e grattugiate, unite le mandorle tritate e le due farine; lavorate il tutto con la frusta elettrica aggiungendo il sale e infine il lievito. Versate l'impasto in uno stampo (diametro 26 cm) precedentemente imburrato e infornate per 50 minuti circa, verificate la cottura inserendo uno stuzzicadenti che dovrà uscire asciutto (il tempo varia da forno a forno). Lasciate raffreddare su una gratella per dolci e nel frattempo preparare la glassa: mescolate insieme burro e zucchero a velo fino ad ottenere una consistenza cremosa, aggiungete il formaggio fresco e mescolate. Stendete la glassa sulla vostra Carrot Cake e decorate con i semi di zucca, le mandorle tritate e la carota grattugiata.


lunedì 2 gennaio 2017

Torrone

2 Gennaio 2017...

AUGURI a tutti voi! Per un nuovo anno che inizia, che come quelli prima di lui è un'incognita per tutti noi, nutriamo mille aspettative ci auguriamo che sia sempre migliore degli altri, che porti pace salute serenità e tanto amore...

Chissà se davvero sarà così se non tutto magari in parte, me lo auguro e ve lo auguro con tutto il cuore. 

Che possa anche essere ricco di curiosità che ci spinga a scoprire cose nuove che ci porti voglia di conoscenza di imparare di metterci in gioco e voglia di non fermarci.

Che ci faccia superare quella paura di non essere perfetti agli occhi degli altri che magari ci blocca e non ci fa andare avanti.

La mia amica...me lo ripete spesso (così come mia madre e mia sorella) lei dice "Fatto è meglio che perfetto" cit. Sheryl Sandberg.

Ed eccomi qui a iniziare il nuovo anno con i buoni propositi a fare...(pur non avendo momentaneamente il pc e dovendo far le foto con il cellulare) piuttosto che non far nulla, a lasciarsi andare ad essere se stessi pur con le nostre imperfezioni che diciamocelo son proprio quelle che ci rendono unici diversi gli uni dagli altri.


Vi lascio una ricetta facile facile che per me è una tradizione delle festività natalizie e non solo, che si presta ad essere gustata in compagnia tra una chiacchiera e l'altra. 

Il torrone è quel dolce che con soltanto due ingredienti non ti stanca mai, perfetto quindi per soddisfare la nostra semplice voglia di dolce.








Ingredienti:

300 g di mandorle sgusciate
300 g di zucchero
1/2 limone

Preparazione:

Preparate il piano di marmo dove si verserà il torrone caldo avendo cura di ungerlo con dell'olio (evitando in questo modo che il torrone si attacchi).

In un pentolino versate lo zucchero e le mandorle mescolate continuamente a fiamma bassa finché lo zucchero avrà raggiunto un caramello ambrato.

Versate velocemente il composto su un piano di marmo livellate il composto aiutandovi con metà limone (in questo modo darete un tocco aromatico al vostro torrone) lasciate intiepidire leggermente e con un coltello lungo dalla lama affilata procedete tagliandolo a pezzettini.

Il torrone si presta ad essere conservato a lungo avvolto in carta forno o in contenitori ermetici.










sabato 31 maggio 2014

Made with love

Se c'è una cosa a cui non riesco a rinunciare è la pasta
Che poi pensandoci, perché mai dovrei rinunciarvi?!?!

La pasta, esprime valori di bontà e accessibilità economica, la pasta è un cibo ancestrale, come il pane ha solide radici che risalgono ad una civiltà antica, è naturalmente semplice e non dovrebbe mancare in un alimentazione equilibrata, è made in Italy in termini di consumo e qualità, la pasta è lunga è corta e pacioccona, è colorata rossa al pomodoro, verde agli spinaci marrone ai funghi e di tanti altri colori come la tavolozza di un pittore.

Preparare la pasta fatta in casa, delizia oggi come tanti anni fa le tavole di molte famiglie...
E' un arte apparentemente semplice, che prevede passione abilità sensibilità amore. E' qualcosa che non è legato solo al consumo immediato, è un bel rito conviviale, dove ogni volta entrano in scena una ampia spianatoia, acqua tanta farina e altrettanta allegria, insomma la pasta home made è una gran bella emozione!

E siccome adoro vivere di emozioni ecco a voi i miei cavatelli! Li ho scoperti da piccola aiutando le nonne (più che aiutarle pasticciavo con la farina) ho voluto modificare la loro ricetta cambiando la farina, utilizzando quella integrale .
La farina integrale è particolarmente ricca di fibre, ci aiuta a mantenerci leggeri regalandoci un delizioso senso di sazietà, una volta messa sulla spianatoia non potete immaginare che profumo, ma basta parlare delle proprietà di questa farina sono sicura che la conoscete già e siete ancor più preparati della sottoscritta.

Tornando ai cavatelli, sono una pasta fresca tipica del sud Italia fatta in casa, sono semplici da fare è tutta una questione di dita! Solitamente si preparavano per i pranzi della domenica quando le famiglie si riunivano, penso non ci sia cosa più bella che condividere con i propri cari con chi vuoi bene i piaceri della tavola pur essendo semplice e genuina. Di norma vengono conditi con ragù di carne ma si sposano benissimo con le verdure, ve li propongo con un condimento semplice, le fave fresche e qualche fogliolina di menta.

La pasta è un semplice piacere a cui non si dovrebbe rinunciare.
Provate anche voi...domani è già domenica!

Baciuzzi Carmen














CAVATELLI INTEGRALI CON FAVE E MENTA 


INGREDIENTI PER PREPARARE I CAVATELLI

500 g di farina integrale
250/300 ml di acqua tiepida



INGREDIENTI PER CONDIRE I CAVATELLI

1 cipollina fresca
1 kg di fave fresche da sgusciare
olio extravergine di oliva
sale
peperoncino (facoltativo)
menta
ricotta salata a scaglie (facoltativo)



PREPARAZIONE DEI CAVATELLI 

Disponete la farina a fontana e iniziate a versare un po di acqua tiepida (io ne ho messo poco più di 250 ml dipende dalla vostra farina) iniziate ad impastare con la punta delle dita e continuate a versare l'acqua finché verrà assorbita dalla farina.
Lavorate quindi la pasta energicamente raccogliendola e schiacciandola a più riprese.

Quando la pasta sarà liscia e compatta formate una palla, copritela con un telo per non farla seccare e lasciatela riposare per circa 30 minuti.

Trascorso il tempo riprendete l'impasto e formate dei lunghi "filoncini" di pasta dello spessore di circa 6/8 mm poi ricavate dei filoncini della lunghezza di circa 4 cm (solitamente son 2 cm).

Schiacciate con la punta del dito indice medio e anulare (ecco perché 4 cm, solitamente si usa solo l'indice e il medio a me piace abbondare) i pezzetti di pasta con un movimento rotatorio verso il basso facendoli rotolare così da formare un incavo.

Procedete così fino a esaurire la pasta, allargando man mano i cavatelli nella spianatoia infarinata.



PREPARAZIONE DEL CONDIMENTO PER I CAVATELLI

Riscaldate un cucchiaio d'olio in una padella su fuoco medio. Aggiungete la cipollina fresca tritata e le vostre fave, (quelle che avete precedentemente sgusciato e pulito). Regolate di sale e lasciate cuocere per pochi minuti le fave dovranno rimanere croccanti e verdi (per questo una cottura veloce).

Tuffate i vostri cavatelli nell'acqua bollente. Da quando ripartirà il bollore, cuocete i cavatelli fino a che non saliranno a galla. Scolateli tenendo da parte due cucchiai di acqua di cottura e aggiungetela alle fave.

Condite i cavatelli con le fave saltate in padella, quando i vostri cavatelli saranno nel piatto aggiungete del peperoncino (facoltativo) olio e qualche fogliolina di menta, volendo potete aggiungere delle scaglie di ricotta salata che con le fave si sposa benissimo!